Home » Catalogo

Visualizzazione di 1-12 di 19 risultati

Mostra sidebar
Chiudi

STORIA DELL’ACQUA IN SARDEGNA

10,00
Biblioteca dell'Identità : Vol. 4 Il quarto volume della Biblioteca dell'identità tratta della gestione, dagli albori della civiltà nuragica sino ai giorni nostri, del bene più prezioso al mondo: l'acqua.
Chiudi

SU PRINTZIPEDDU

12,00
Traduzione in sardo campidanese standard di Stefano Cherchi. Edizione per la scuola con note grammaticali e lessicali e pagine di esercizi in sardo e in italiano. Molti i pregi di questa traduzione: ordito sintattico semplice, naturalezza del lessico, indicazione precisa di differenze fra sinonimi, aggiunta in nota di spiegazioni dell’uso in parole di bassa frequenza, restauro di voci genuine che si contrappongono a italianismi presenti nell’uso comune, precisazioni grammaticali per strutture irregolari nel sistema nominale o verbale, e così via.
New
Chiudi

IN DEFENSA DE SA LINGUA MAGGIORITARIA DE SA SARDINIA

GRAMMATICA DE SA LINGUA SARDA

12,00
La passione che l'Autore mette e trasmette nello scrivere emerge fin dalle prime battute e, con animo da vero cagliaritano, avvolge il lettore in una riflessione sul reale problema rela- tivo al trattamento riservato alla lingua maggioritaria sarda parlata da 1.100.000 persone su un totale di 1.600.000.
Chiudi

LE TORRI DI CAGLIARI – IS TURRIS DE CASTEDDU

14,00
Nel volume vengono presentate in modo schematico, e raccolte per la prima volta in un unico volume, ben quindici torri ancora presenti a Cagliari-Casteddu e nei suoi immediati dintorni: dalle più note Torri dell'Elefante e di San Pancrazio a quelle meno conosciute.
Chiudi

LA LINGUA SARDA E L’INSEGNAMENTO A SCUOLA

14,00
La legislazione europea, italiana e sarda a tutela delle minoranze linguistiche L’insegnamento della Lingua sarda nelle scuole di ogni ordine e grado non è più dilazionabile. È questo il messaggio fondamentale che con questo volume lancia Francesco Casula, confortato in questa sua tesi dai circa 40 anni di docenza nei Licei e negli Istituti superiori.
Chiudi

C’ERA UNA VOLTA… LA BANDA. ANTICHE DELIBERAZIONI… E PEZZI D’OPERA.

15,00
La tradizione bandistica della città di Quartu Sant'Elena ha origini lontane e vanta una storia complessa, per certi aspetti tormentata, per altri ricca d'umanità. Chi mai avrebbe potuto ipotizzare o solo immaginare che le tracce della singolare e sorprendente formazione potessero risalire al lontano 1854, anno della costituzione "ufficiale" della banda musicale quartese?
Chiudi

IL SEQUESTRO LOCCI

16,00
Il sequestro del piccolo Luca Locci di appena 7 anni, prelevato dai banditi di fronte alla sua abitazione di Macomer, avvenne mentre giocava con i compagnetti. Era il 24 giugno 1978. Le strade deserte e l’assenza di traffico per l’evento sportivo tanto atteso, la partita di calcio Italia-Brasile, avevano portato la maggior parte dei cittadini a rintanarsi nelle case o nei pubblici locali per assistere a quell’avvenimento, favorendo in questo modo la fuga dei banditi.
Chiudi

IL SEQUESTRO TROFFA

16,00
Volume Secondo della collana “Il romanzo della Superanonima sequestri sarda” Salvatore “Pupo” Troffa viene sequestrato a Sassari il 3 novembre 1978 e rilasciato dopo una durissima prigionia durata 243 giorni.
Chiudi

TONARA

16,00
I Nomi di Luogo Ricerca sul campo, indagine storica e descrizione linguistica “Tonara - I nomi di luogo" di Renato Poddie è uno studio linguistico-descrittivo dei toponimi del Comune di Tonara.
Chiudi

DA MONT’E OMU AL CARSO

16,00
Voci dalla Grande Guerra La Grande Guerra raccontata attraverso frammenti di vitavissuta al fronte da parte degli ultimi.
Chiudi

IL SEQUESTRO SCHILD

18,00
La sera del 21 agosto del 1979 ha inizio il dramma della famiglia Schild. Rolf, noto uomo d'affari di origine tedesca, la moglie Daphne e la figlia Annabell, 15 anni, disabile, vengono rapiti durante una vacanza a Porto Raphael, Palau. Un sequestro multiplo, in seguito al quale i rapitori, per garantirsi il riscatto, liberarono i tre prigionieri separatamente, a distanza di tempo.
Chiudi

IL SEQUESTRO ARBA E I TENTATI SEQUESTRI CASSEL, FUSAR, LIGIA

18,00
Il 22 luglio 1978, all'una del mattino, giunse al centralino del commissariato di pubblica sicurezza di Olbia, tramite del “113”, una telefonata proveniente dall’hotel “Cala di Volpe”. La voce del responsabile della reception riferì, in maniera concitata, che alcune ore prima due donne di nazionalità straniera e il compagno di una delle due, avevano subito un’aggressione da parte di quattro malviventi che, dopo averle legate ed imbavagliate, si erano allontanati a bordo della loro autovettura prendendo in ostaggio l'uomo che le accompagnava.