Home » Catalogo

Visualizzazione di tutti i 6 risultati

Mostra sidebar
Chiudi

OPERE

50,00
Cofanetto che contiene tutti i titoli di una collana L'Opera omnia di Francesco Masala, il grande poeta e scrittore che in questi ultimi sessant'anni ha fortemente influito sulla valorizzazione della lingua e della cultura sarda, con le sue opere di narrativa, di poesia, di teatro, di saggistica, molte delle quali sono state tradotte in varie lingue straniere
Chiudi

BIBLIOTECA DELL’IDENTITÀ

80,00
Collana di 8 volumi La collana contiene la raccolta completa degli otto volumi della "Biblioteca dell'Identità", degli scritti importantissimi dal punto di vista socio-economico-culturale che aiutano a capire appieno la storia e la cultura Sarda, cosa la rende così unica e come è evoluta negli ultimi secoli.
Chiudi

TERRA MADRE

50,00
Acque piante e animali di Sardegna Terra madre è una raccolta di tre capolavori dell'eccellenza editoriale sarda: Francesco Masala, Paolo Pillonca e Antonangelo Liori, dai titoli: - Sorella acqua - Salviamo dal fuoco le bacche di corbezzolo - Quel gioco incantato di cervi e mufloni.
Chiudi

STORIA DELL’ACQUA IN SARDEGNA

10,00
Biblioteca dell'Identità : Vol. 4 Il quarto volume della Biblioteca dell'identità tratta della gestione, dagli albori della civiltà nuragica sino ai giorni nostri, del bene più prezioso al mondo: l'acqua.
Chiudi

S’ISTORIA (CONDAGHE IN LIMBA SARDA)

10,00
Biblioteca dell'Identità : Vol. 2 Una cronaca in forma di racconto del "Villaggio Sardegna" dalla fine della prima guerra mondiale all'avvento dell'industrializzazione pertrolchimica, cioè gli ultimi settant'anni della nostra storia, scritta da un testimone oculare: il poeta e scrittore Francesco Masala.
Chiudi

STORIA DEL TEATRO SARDO

12,50
Biblioteca dell'Identità : Vol. 1 Questa "Storia del teatro sardo" è nata dalla necessità di una "ricerca" per verificare la tesi, fatta anche a livello accademico, sulla inesistenza di una produzione teatrale sarda e, dunque, sulla inutilità di una sua storia. In realtà, la "ricerca" ha portato al reperimento di duecentoquaranta testi teatrali di autori sardi.